Parrocchia di Castiglione Torinese


Novembre 2017


La Parola del Mese

Domenica 29 Ottobre
XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

vai alla lettura


Si può essere santi nella vita di tutti i giorni
(da una meditazione di Papa Francesco)

Essere santi significa fare il proprio dovere tutta la giornata, in famiglia, nella malattia, nel lavoro ma con il cuore aperto a Dio. Sono proprio i santi a testi-moniare che la vita cristiana non è un ideale irraggiun-gibile. I santi hanno infatti conosciuto le nostre stesse fatiche. Il cristianesimo coltiva una inguaribile fiducia: non crede che le forze negative e disgreganti possano prevalere. L’ultima parola sulla storia dell’uomo non è l’odio, non è la morte, non è la guerra. Ad assisterci, quindi, nella vita è la mano di Dio e la loro presenza. Non siamo soli: la Chiesa è fatta di innumerevoli fratel-li, spesso anonimi, che ci hanno preceduto e che per l’azione dello Spirito Santo sono coinvolti nelle vicende di chi ancora vive quaggiù. Non a caso l’intercessione dei santi la moltitudine di testimoni di cui parla la Lettera agli Ebrei , viene invo-cata per la prima volta nel momento del Battesimo e poi nell’ordinazione sacerdotale e nel Sacramento del Matrimonio: chi ama veramente ha il desiderio e il coraggio di dire ‘per sempre’ ma sa di avere bisogno della grazia di Cristo e dell’aiuto dei santi per poter vivere la vita matrimoniale per sempre. Dio non ci abbandona mai! E’ vero che siamo “polvere che aspira al cielo”, siamo deboli, ma potente è il mistero della grazia. Sappiamo e speriamo nella trasfi-gurazione del mondo dove non ci saranno più lacrime e cattiveria. Che il Signore doni a tutti noi la speranza di essere santi. Si può essere santo nella vita di tutti i giorni? Sì, si può. Ma questo significa che dobbiamo pregare tutta la giornata? No, significa che tu devi fare il tuo dovere tutta la gior-nata: pregare, andare al lavoro, custodire i figli. Ma occorre fare tutto con il cuore aperto verso Dio, in modo che il lavoro, anche nella malattia e nella soffe-renza, anche nelle difficoltà, sia aperto a Dio. E così si può diventare santi. Tutti possiamo diventare immagine di Cristo per questo mondo, persone che vivono accettando anche una porzione di sofferenza, perché si fanno carico della fatica degli altri. La nostra storia ha bisogno di ‘mistici’, persone che rifiutano il dominio e aspirano, invece, alla carità. Senza questi uomini e donne il mondo non avrebbe speranza: a voi e anche a me - dice il Papa - il Signore doni la speranza di essere santi. Abbiate il coraggio di non avere paura di andare controcorrente

Solennità di Tutti i Santi e commemorazione dei fedeli defunti


tuttisanti

Martedì 31/10
h. 18 - s. Messa in Parrocchia
h. 20.30 - s. Messa a Cordova e benedizione al cimitero
Mercoledì 1/11
h. 8.30 - s. Messa in Parrocchia
h. 10 - s. Messa a San Martino
h. 11.15 - s. Messa Cimitero Castiglione Alto
h. 15 - s. Rosario al Cimitero Nuovo
Giovedì 2/11
h. 9 - s. Messa al Castelletto
h. 21 - s. Messa in Parrocchia (verranno ricordati tutti i defunti dell’anno trascorso)

Lectio Divina


VANGELO

Vangelo della Domenica
8 - 15 - 22 - 29 novembre
h. 9.45 Castelletto
h. 17 e 21 Cappella Chiesa parrocchiale
Primo Venerdì del Mese 3/11
h. 15 – 18.30 - Adorazione Eucaristica
h. 17-30-18.30 - Confessioni
h. 18.30 - Vespro e chiusura chiesa
h. 20.30 - Apertura chiesa e Adorazione
h. 21 - Preghiera comunitaria
Lectio e Adorazione Eucaristica
h. 21 - Chiesa Parrocchiale

MARIA SI E' SCELTA LA PARTE MIGLIORE
La dimensione contemplativa della vita


pastorale

E' in distribuzione la Lettera alla Comunità di Don Martino sul Tema Pastorale dell'Anno 2017 - 2018



Proposte per momenti di spiritualità

Ogni giorno: all’inizio di ogni mese, in parrocchia, sarà in vendita un piccolo messalino quotidiano in cui trovare le letture del giorno, qualche buon commento e qualche spunto di riflessione personale.
Ogni settimana: certamente la S.Messa della domenica. In più la Lectio Divina sul vangelo della do-menica ogni mercoledì in tre orari: 9.45 al Castelletto; 17 e 21 in chiesa (cappellina).
Ogni mese: il primo venerdì del mese. Ore 15 Esposizione del Santissimo Sacra-mento in cappellina con preghiera silenziosa che si concluderà alle 18,30 con la celebra-zione dei vespri. Ore 17,30-18,30 presenza di un sacerdote confessore. Ore 20,30 riapertura della chiesa con pre-ghiera silenziosa davanti al Santissimo; Ore 21 preghiera comunitaria in Parrocchia che si concluderà con la Compieta (preghiera liturgica della sera).
Ogni anno: in Avvento e Quaresima due ritiri spirituali per adulti. Nella prima settimana di settembre il Pellegrinaggio parrocchiale.

Come ultima raccomandazione suggerisco a tutti di recuperare la buona pratica della Confessione, possibilmente non relegata prima della festività di Natale e Pasqua